Come cambia la società

E se, per colpa della realtà virtuale, diventassimo immobili?

Con il Metaverso ci si muoverà di meno, di più o in modo diverso? Cosa ne sarà dei nostri spostamenti quando la maggior parte di essi potranno essere, diciamo, virtualizzati? Hyundai lancia un neologismo: Metamobility. Cioè la mobilità nel Metaverso, ovvero in quel mondo dove realtà fisica e virtuale interagiscono e si mescolano.

“L’idea alla base della Metamobility è che lo spazio, il tempo e la distanza diventeranno irrilevanti”, ha detto Chang Song, uno dei vertici dell’azienda sudcoreana.

La chiave di questa svolta saranno i robot. Un esempio? Una persona che è lontano da casa, accedendo al gemello digitale della propria abitazione nel Metaverso (per capirci, la riproduzione virtuale e dettagliatissima dell’appartamento) potrà comunque nutrire e coccolare il proprio animale domestico attraverso l’uso di un robot avatar come se fosse lì. Non ci sarà bisogno di spostamenti, dunque. E non servirà inforcare un veicolo Hyundai.

Avremo quasi il dono dell’ubiquità, a pensarci bene.

Ma cosa ci perderemo lungo quel tragitto che ormai non percorreremo più? E cosa rischiamo se smettiamoci di muoverci? Riflettiamoci.

Intanto ecco l’articolo che spiega cosa farà Hyundai

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: