Come cambiano le banche

Il posto in banca? Ora bisogna conoscere la tecnologia

Le banche, un tempo, erano solidità e tradizione. Oggi, se vogliono mantenere un vantaggio competitivo, e dunque sopravvivere, devono essere pronte a innovare e innovarsi. Ecco perché il Credito Emiliano ha deciso di nominare un Chief Innovation Manager. Si tratta di Piergiorgio Grossi, manager dell’innovazione che viene da un settore, quello automobilistico – l’automotive – apparentemente distante anni luce dal comparto bancario. Invece…

 

Grossi nasce come esperto di sviluppo software e trascorre molti anni in Ferrari. E’ anche creatore e consulente di startup, le giovani imprese innovative.

Il fatto che, per la prima volta nella sua storia, una banca abbia deciso di dotarsi di un Chief Innovation Officer la dice lunga sulle sue strategie. Che erano comunque già state delineate prima della nomina del top manager. L’istituto controllato dalla famiglia Maramotti sta infatti procedendo a una campagna di assunzioni che guarda anche al mondo dell’information technology. E qui torna il tema delle competenze digitali.

Il vecchio e sicuro posto in banca non è più così sicuro. E per farsi assumere è importante anche conoscere le nuove tecnologie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...